RISCALDAMENTO DOMESTICO: MANUTENZIONE E ASSISTENZA

RISCALDAMENTO DOMESTICO: MANUTENZIONE E ASSISTENZA2018-02-04T11:12:51+00:00

La nostra ditta è da oltre quarantanni che lavora sul campo della manutenzioni e assistenze di impianti di climatizzazione invernale ed estiva in particolare su caldaie di varie marche. Siamo Centro Assistenza Tecnica autorizzato con magazzino ricambi per riparazioni delle caldaie gruppo Ferroli, Fontecal, Unical e Wolf nelle provincie di Padova, Rovigo, Venezia, Belluno e Treviso.

Una nostra manutenzione ordinaria (chiamata anche pulizia della caldaia), viene fissata preventivamente dall’ufficio segreteria in base alle tue esigenze e comprende tutte le seguenti azioni:

 preliminare prova di funzionamento;

 smontaggio e pulizia di: ventilatore, bruciatore e ugelli;

 carico del vaso di espansione;

 rimontaggio accurato dei componenti puliti;

 prova di funzionamento e analisi dei fumi di combustione;

 controllo e riparazione di eventuali perdite;

 verifica stato di usura;

 rilascio allegato di manutenzione;

 aggiornamento libretto di impianto (dove già presente).

HAI BISOGNO DI ASSISTENZA?

Consento al trattamento dei miei dati personali ai sendi dell'art.13 del" "D.Lgs. 30/06/2003 n.196

Le case costruttrici ci hanno scelto e formato direttamente per garantire  il meglio nei vari casi di assistenza tecnica. Avere una formazione diretta unita ai tanti anni di esperienza maturata sul campo ci permette di essere precisi, rapidi e risolutivi.

PERCHÉ FARE UNA REGOLARE MANUTENZIONE ALLA TUA  CALDAIA

Mantenere la caldaia in buono stato di funzionamento è importante per una serie di motivi:

  • Si consuma meno perché un impianto di riscaldamento ben mantenuto fa risparmiare energia e di conseguenza meno costi in bolletta;
  • Si è più sicuri, in quanto, un impianto periodicamente controllato è più affidabile;
  • Si riduce l’inquinamento perché i fumi sono meno inquinanti;
  • Si evitano le sanzioni: i controlli e la manutenzione sono espressamente previsti dal D.P.R. 74/2013 ed i responsabili di impianto che non provvedono sono soggetti a sanzione amministrativa ai sensi del D.Lgs 192/2005, art. 15 (da 500 fino a 3000€).