La qualità dell’aria negli ambienti confinati

L’inquinamento dell’aria degli ambienti confinati rappresenta un importante problema di sanità pubblica e privata.

Gli agenti inquinanti sono presenti in concentrazioni tali che pur non detrminando effetti acuti, sono tuttavia causa di effetti negativi sulla salute e sul benessere delle persone, soprattutto se legati ad un elevato tempo di esposizione.

Cosa significa la parola disinfezione?

Il decreto 274/1997 precisa che “le attività di disinfezione riguardano il complesso dei procedimenti e operazioni atti a rendere sani determinati ambienti confinati e aree di pertinenza mediante la distruzione o inattivazione di microrganismi patogeni”. Ma non solo: i disinfettanti sono soggetti ad una procedura autorizzativa armonizzata a livello nazionale ed europeo per la messa a disposizione sul mercato. E’ ciò che riguarda i presidi medico-chirurgici, cioè i prodotti biocidi disinfettanti, germicidi, battericidi e disinfestanti, cioè sostanze autorizzate dal Ministero della salute (ai sensi del D.P.R. 392 del 6 ottobre 1998).

Chi può eseguirla?

Possiamo dire che la pulizia e la disinfezione di griglie, bocchette e dei filtri dell’aria, cosi come tutte le operazioni che si compiono ad esempio sui “condotti d’aria”, sono attività riferibili alla manutenzione ordinaria del complesso impiantistico aeraulico e che se richiedono la rimozione di componenti e o parti dell’impianto possono essere condotte solo da imprese impiantistiche abilitate ai sensi del DM 37/08.

Il tecnico ti rilascerà la scheda del prodotto con presidio medico chirurgico che ha utilizzato che potrai conservare.

Chiamateci allo 049-9002904,  e aiutiamoci a respirare un’ aria migliore !

Il Team Orteschi Group